Anello dell'Imperatore

Anello dell'Imperatore
Il "Ciambellone" di cioccolato fondente, che ricorda il passaggio di Napoleone a Cherasco


E' noto che Napoleone Bonaparte peregrinò per la nostra penisola, percorrendola in lungo ed in largo, ora in pace ed ora in guerra. Per questo motivo, in Italia si trovano molte dimore ove abbia soggiornato, magari per un giorno, e l'evento viene regolarmente ricordato ai posteri da lapidi murate sugli edifici che lo ospitarono.

Napoleone Bonaparte Napoleone si fermò anche a Cherasco, nel Cuneese. Il 28 aprile del 1796, infatti, venne firmato l'armistizio di Cherasco, in base al quale il re di Sardegna Vittorio Amedeo III, sconfitto da Napoleone a Millesimo e Mondový, cedeva alla Repubblica francese Nizza, la Savoia, Tenda e Breglio, si impegnava ad abbandonare l'alleanza con l'Austria, espelleva gli emigrati francesi, permetteva il libero passaggio delle truppe francesi, chiudeva i porti della Sardegna alle navi degli Stati nemici della Francia e concedeva l'amnistia ai sudditi piemontesi compromessi.

Per l'occasione le monache del luogo prepararono appositamente alcune ottime ciambelle per allietare la mensa dell'imperatore.

Rielaborando opportunamente l'antica ricetta, Arturo Walter Ravera ha creato l'Anello dell'Imperatore, un ciambellone a base di cioccolato, mandorle, nocciole, burro, uova e farina. Molto semplice e di grande leggerezza.

Sulla confezione è impressa, ovviamente, la "N" imperiale.